Beni, vidi, vici

Un percorso sui beni comuni, tra territorio e stili di vita

Spettatori o protagonisti?

Attraverso una serie di incontri e di uscite incentrati sul tema del territorio inteso come “bene comune”, approfondirai la tua conoscenza del territorio, delle sue potenzialità e delle sue problematiche; l’opportunità sarà di scegliere stili di vita più responsabili e diventare protagonisti di uno o più progetti concreti ideati al termine del ciclo di incontri.

Dopo una lettura teorica e pratica del territorio e prendendo spunto dalla storia locale, verranno affrontati temi relativi le risorse e le criticità che caratterizzano il nostro ambiente, che sono influenzate e a loro volta influenzano la nostra vita.

1. Cosa
Il progetto vuole coinvolgere i giovani sui temi delle risorse del territorio, dell’ambiente e della sostenibilità, attraverso una prima fase conoscitiva e una successiva più operativa.

Nella prima fase della proposta i ragazzi saranno chiamati a svolgere una sorta di censimento dei beni comuni presenti nel territorio:

- individuazione delle risorse presenti;
- uscite conoscitive di esempi di valorizzazione (es. via dell’acqua in Val Leogra, Monte Novegno) o di degrado.

Attraverso il lavoro in piccoli gruppi si cercherà di analizzare i diversi beni (boschi, parchi, piattaforme sportive, sale, biblioteche...); l’analisi verrà svolta sul campo dai singoli gruppi attraverso osservazioni, ricerche, inchieste, e documentata durante tutte le sue fasi.
Scopo della ricerca è scoprire le potenzialità di questi beni rispetto alle esigenze dei giovani e trovare il modo di qualificarle e incentivarne l’uso e la cura.
In una fase successiva vi sarà la presentazione del avoro di ricerca (con strumenti multimediali e interattivi), ponendo l’accento sui possibili interventi da svolgere per migliorarne l’usufruibilità.
Dopo la presentazione i ragazzi saranno chiamati a scegliere uno o più beni da “adottare” e insieme svilupperanno un piano di interventi concreti atti a migliorarne lo stato; questi interventi saranno successivamente affidati a gruppi formati in base alle predisposizioni e alle doti dei singoli (lavoro manuale, artistico, naturalistico, public relation...), che ne gestiranno progettazione e realizzazione.

2. Chi può partecipare
L’esperienza è rivolta ai ragazzi dai 15 ai 20 anni con particolare interesse al coinvolgimento di ragazzi con origini stranieri.

3. Dove e Quando

Gli incontri teorici saranno svolti il venerdì dalle ore 14.00 presso l’Informagiovani di Schio.
Le parti pratiche sono previste il sabato pomeriggio e avranno una durata massima di 4 ore.

Punto 1 - LA TERRA RACCONTA LA NOSTRA STORIA

teoria (28/2) - scoperta della storia del nostro territorio attraverso immagini e laboratori, dal passato al presente caratterizzato da un forte "consumo" del suolo

pratica (1/3) - visita in zona industriale per osservare l’evoluzione dell’espansione economica e i suoi effetti sul territorio

Punto 2 - LA TERRA FERITA

teoria (14/3) - il concetto di impronta ecologica e la sua applicazione sul nostro territorio: quali sono le ferite del nostro territorio?

pratica (15/3) - visita all’inceneritore ed eventualmente ad un’industria chimica

Punto 3 - LA TERRA CHE SI DONA

teoria (28/3) - materie prime e risorse naturali che hanno segnato la storia dell’alto vicentino (acqua, legna, roccia, argille...)

pratica (29/3) - discesa in bicicletta da Cerbaro a Schio, passando per la zona di lavorazione del caolino e per la Valle dell’Orco.

Punto 4 - LA TERRA GENEROSA

teoria (11/4) - l’agricoltura e i nostri prodotti tipici sono lo specchio del nostro territorio, con le loro eccellenze e difficoltà nel competere con le altre realtà che sottraggono spazio vitale

pratica (12/4) - visita a un’ azienza agricola biologica e ad altre realtà che producono nel rispetto del territorio.

Punto 5 - LA TERRA E’ LA NOSTRA TERRA

teoria (18/4) - si cercherà di tirare le fila degli incontri con una verifica, ma soprattutto attraverso un documento che metterà in luce criticità e necessità del territorio.

VISITE GUIDATE AI COMUNI E AI LUOGHI DEI COMUNI APPARTENENTI ALLA RETE PER LE POLITICHE GIOVANILI DELL’ALTOVICENTINO

1. Cosa
Saranno organizzate delle visite guidate nel territorio dei comuni partner per conoscerne la storia, i monumenti e le risorse.

Partecipare ad una gita turistica permette:

- di approfondire le proprie conoscenze sul luogo in cui si vive,
- scoprirne tutte le potenzialità;
- conoscere la storia locale;
- comprendere le tradizioni del posto.

Le uscite vogliono essere un momento di incontro con le associazioni e le realtà che a diverso titolo operano sul territorio e per conoscere le attività e i servizi da esse offerti alla comunità. Inoltre, grazie alla partecipazione interculturale alle attività, le visite costituiranno un momento di socialità e conoscenza reciproca tra i giovani.

2. Chi può partecipare
Potranno partecipare tutti i giovani dai 15 ai 20 anni di ogni genere e nazionalità residenti negli otto comuni della Rete per le Politiche Giovanili dell’Alto Vicentino (Santorso, Schio, Torrebelvicino, Monte di Malo, Valli del Pasubio, Marano
Vicentino, San Vito di Leguzzano e Malo).

3. Quando
Le visite saranno gratuite e si svolgeranno nel periodo febbraio/maggio 2014.
Saranno organizzate prevalentemente nel finesettimana, in mattinata o nel pomeriggio, in modo da permettere anche ai giovani lavoratori di prendervi parte.

4. Dove
Malo RINVIATA A NUOVA DATA
RITROVO DAVANTI AL MUSEO CASABIANCA, durata visita 2 ore
Passeggiata tra i luoghi Meneghelliani e visita del Museo-laboratorio Mondonovo Maschere
Schio 15/02/2014
RITROVO ORE 15.00 DAVANTI INFORMAGIOVANI SCHIO, durata visita 2 ore
Schio, la Manchester d’Italia: una passeggiata tra i luoghi dell’archeologia industriale
Valli del Pasubio 08/03/2014
RITROVO ORE 14.50 FERMATA DEGLI AUTOBUS STABILIMENTO NORDA
La via dell’acqua e visita della segheria Miola: la sola segheria “alla veneziana” del 1700 rimasta funzionante
Santorso 22/03/2014
RITROVO ORE 14.30 DAVANTI AL MUSEO ARCHEOLOGICO, durata visita 3 ore
La grotta di “Bocca Lorenza” e il Museo Archeologico
Torrebelvicino 05/04/2014
Dall’antica pieve al castello di Belvicino, passando per il passaggio segreto e la grotta dell’acqua
S. Vito di Leguzzano 19/04/2014
L’Impronta Culturale di San Vito: sulle strade cittadine due dei più innovativi esponenti della Street Art internazionale
Marano V.no 09/05/2014
Visita delle antiche carceri cittadine, teatro della resistenza partigiana durante la Seconda Guerra Mondiale
Monte di Malo 18/05/2014
Il Parco del “Buso della Rana”, la più lunga grotta italiana ad un solo ingresso

Altro in "Il progetto":

Cosa é il FEI?

Il Fondo Europeo integrazione dei cittadini di paesi terzi

Rete per le Politiche Giovanili Altovicentino

Otto comuni lavorano insieme per le nuove generazioni

A scuola di interculturalità

Corsi di formazione per docenti delle scuole superiori dell’altovicentino

Assaggi di mondo

Le ricette del mondo con i prodotti del territorio che viviamo: un corso di cucina interculturale con Amedeo Sandri e Piergiorgio Casara

La musica come linguaggio interculturale

Esprimiti a ritmo di musica

Narrazioni comuni, linguaggi plurali

Corsi di fumetti e scrittura creativa

Il mondo in punta di penna

Vuoi imparare i trucchi della scrittura creativa? Iscriviti al corso!

Esperienze fortemente interculturali

Vuoi fare una esperienza di volontariato?

Aspiranti reporter cercasi

Da novembre, questo sito sarà anche webmagazine: diventa reporter!

Rap-Orchestra Project

Sei un giovane musicista? E’ arrivato il momento di costruire la "Rap-Orchestra Project"

> Vai a "Il progetto"

Il progetto

Il progetto

Sette azioni, dieci partner, 19 enti e associazioni che lo sostengono, più di 173 mila euro di budget di cui 130 mila cofinanziati dalla Commissione Europea: sono i numeri del (...)

Form di iscrizione

Compila il form per iscriverti comodamente dal tuo computer, smartphone o tablet alle attività che preferisci. (...)


Progetto 2012/FEI/PROG.-102727 Diversamente: azioni interculturali per informazioni e contatti clicca qui
I contenuti del sito sono realizzati dalla Rete per le Politiche Giovanili dell'Altovicentino e sono soggetti a licenza Creative Commons CC BY-NC-SA 2.0 IT.
Sito realizzato da Claudio Calia per conto di Pasubio Tecnologia.