Frutticoltura, parte il corso

A Santorso un percorso di formazione aperto a tutti

santorso

Parte a fine febbraio il nuovo corso di frutticoltura familiare promosso dal Comune di Santorso in collaborazione con Anapia Veneto. Il percorso formativo – ormai un appuntamento fisso al quale, ogni anno, rispondono decine di iscritti – quest’anno si rinnova, con un programma di approfondimenti legato a quelle piante e ai quei frutti spesso dimenticati, eppure portatori di importarti benefici nel bilancio dell’alimentazione familiare.

In programma la coltivazione di piante e piccoli frutti come il ribes, la mora, il lampone, il mandorlo, il noce, il fico, i kaki e il melograno; la conservazione e la trasformazione della frutta, a partire dalle marmellate e dai succhi di frutta per arrivare all’essicazione, agli sciroppi e ai liquori.

Gli argomenti saranno trattati durante nove azioni serali, e i partecipanti avranno la possibilità di prendere parte a un laboratorio pratico di una mattinata per toccare con mano i temi affrontati. Il corso, che si svolgerà nell’aula magna dell’istituto comprensivo Cipani, si inserisce nei percorsi legati alla sostenibilità ambientale e alla valorizzazione dei beni comuni sui quali la comunità di Santorso si confronta ormai da alcuni anni.

Per maggiori informazioni clicca qui

Altro in "Webmagazine":

Beni, vidi, vici

Laboratorio gratuito sui beni comuni

Parigi a modo mio: le joli novembre

Guardare la città da nuove prospettive

Verso il corso di cucina degli avanzi

Il maestro di gastronomia Piergiorgio Casara si racconta

Torna il “Festival Alto Vicentino"

Santorso, ritorna la rassegna cinematografica a tema libero

Esperienze Forti 2013: un bilancio

Conclusa la settima estate di volontariato per i giovani dell’altovicentino

Valori lavori

Il nuovo progetto dell’Informagiovani per il futuro lavorativo dei giovani

Gli Oblivion per Diversamente

Ospiti al Teatro Civico di Schio, hanno lanciato il proprio messaggio ai giovani dell’altovicentino

Indagine sociale al via

Che ricadute ha il progetto Diversamente? Lo studia l’università di Padova

Online il webmagazine

Chiunque può essere redattore

Reazione a catena

Un progetto di partecipazione giovanile, appuntamento il 16 gennaio

> Vai a "Webmagazine"

Il progetto

Il progetto

Sette azioni, dieci partner, 19 enti e associazioni che lo sostengono, più di 173 mila euro di budget di cui 130 mila cofinanziati dalla Commissione Europea: sono i numeri del (...)

Form di iscrizione

Compila il form per iscriverti comodamente dal tuo computer, smartphone o tablet alle attività che preferisci. (...)


Progetto 2012/FEI/PROG.-102727 Diversamente: azioni interculturali per informazioni e contatti clicca qui
I contenuti del sito sono realizzati dalla Rete per le Politiche Giovanili dell'Altovicentino e sono soggetti a licenza Creative Commons CC BY-NC-SA 2.0 IT.
Sito realizzato da Claudio Calia per conto di Pasubio Tecnologia.