Donna e lavoro

I risultati di una ricerca degli studenti del Martini

Venerdì 7 dicembre 2013,presso il Lanificio Conte di Schio,gli studenti di una classe quarta del Liceo economico-sociale A. Martini hanno avuto l’opportunità di presentare i risultati di una ricerca svolta nell’ a.s. 2012-2013 sul tema ”Le differenze di genere all’interno del mondo dl lavoro”.

In base ai risultati raccolti,la discriminazione nei confronti della donna risulta palese. Per esempio,è la donna a fare maggior uso del part-time,l’uomo,invece,lo richiede meno. Se il part-time è utile alle donne perché permette loro di accudire i figli,al contempo non permette loro di emergere nel mondo del lavoro e di fare carriera.

Un intervento importante è stato quello di Giovanna Vertova,economista esperta di economia di genere. Ha affermato che il lavoro di genere risulta essere un dovere maggiormente femminile,mentre dovrebbe essere un impegno sia dell’uomo che della donna. È emerso,inoltre,che la donna lavora 27 giorni di 8 ore lavorative in più rispetto all’uomo,aggiungendo anche quello che è il bisogno di occuparsi delle faccende domestiche.

Importante è stata anche la testimonianza di Anna Dall’Alba,occupata presso una ditta metalmeccanica ed è l’unica donna a lavorare nell’impresa che segue. All’interno di questa ditta,hanno deciso di adottare orari flessibili per riuscire a mantenere la stessa produttività e contemporaneamente per permettere ai padri di accompagnare e di riprendere i figli nelle varie loro attività.

Ultimo intervento è stato quello di Lina Cocco,assessore donna del Comune di Schio,che ha voluto sintetizzare il significato degli interventi con la frase:”Il mondo non è pieno di problemi,ma è pieno di soluzioni”.
Il lavoro fatto da studenti ed imprese ha permesso di constatare la persistenza della discriminazione nel Paese.

di Alice Zilio

Altro in "Webmagazine":

Beni, vidi, vici

Laboratorio gratuito sui beni comuni

Parigi a modo mio: le joli novembre

Guardare la città da nuove prospettive

Verso il corso di cucina degli avanzi

Il maestro di gastronomia Piergiorgio Casara si racconta

Torna il “Festival Alto Vicentino"

Santorso, ritorna la rassegna cinematografica a tema libero

Esperienze Forti 2013: un bilancio

Conclusa la settima estate di volontariato per i giovani dell’altovicentino

Valori lavori

Il nuovo progetto dell’Informagiovani per il futuro lavorativo dei giovani

Gli Oblivion per Diversamente

Ospiti al Teatro Civico di Schio, hanno lanciato il proprio messaggio ai giovani dell’altovicentino

Indagine sociale al via

Che ricadute ha il progetto Diversamente? Lo studia l’università di Padova

Online il webmagazine

Chiunque può essere redattore

Reazione a catena

Un progetto di partecipazione giovanile, appuntamento il 16 gennaio

> Vai a "Webmagazine"

Il progetto

Il progetto

Sette azioni, dieci partner, 19 enti e associazioni che lo sostengono, più di 173 mila euro di budget di cui 130 mila cofinanziati dalla Commissione Europea: sono i numeri del (...)

Form di iscrizione

Compila il form per iscriverti comodamente dal tuo computer, smartphone o tablet alle attività che preferisci. (...)


Progetto 2012/FEI/PROG.-102727 Diversamente: azioni interculturali per informazioni e contatti clicca qui
I contenuti del sito sono realizzati dalla Rete per le Politiche Giovanili dell'Altovicentino e sono soggetti a licenza Creative Commons CC BY-NC-SA 2.0 IT.
Sito realizzato da Claudio Calia per conto di Pasubio Tecnologia.