Le scuole

Gli istituti superiori di Schio sostengono attivamente il progetto

LICEO SCIENTIFICO TRON
Il Liceo Scientifico di Schio nasce e si sviluppa nel tempo in sintonia con le innovazioni curriculari, metodologiche e didattiche più attuali; l’obiettivo primo è di essere scuola viva, moderna e aperta verso la nuova Europa, dove si possa apprendere con serietà e serenità. Nel Liceo è attivo un efficiente sistema informatico per snellire le procedure comunicative, gestionali e per una didattica aggiornata ed efficace. Il Liceo collabora costantemente con scuole, università e centri di ricerca locali, italiani ed Europei.
Alcuni concetti fondamentali sono cardine dell’attività di formazione, delle scelte del Piano dell’Offerta Formativa, nonché del sistema di gestione della Qualità:
Alunno protagonista del suo apprendere (capisce che la scuola è al suo servizio e collabora con gli insegnanti nella gestione dell’attività didattica)
Condivisione delle conoscenze e apprendimento cooperativo (saper lavorare con gli altri è una competenza fondamentale per lo studio, il lavoro, la ricerca, la famiglia)
Clima di classe (I giovani hanno diritto di vivere la loro adolescenza in un ambiente sereno; inoltre in un clima positivo si apprende meglio e i risultati sono migliori),
Aderenza al territorio e alla cultura locale - Apertura all’Europa (spesso gli alunni del Tron si trovano nel ruolo di alfieri della nostra cultura in Europa; il territorio è usato come aula e la relazione con enti e scuole europee è consolidata),
Innovazione tecnologica (da quindici anni almeno al Tron è riconosciuto un ruolo di riferimento in questo settore nel territorio, in Italia, in Europa ed il merito va distribuito agli insegnanti, ai tecnici e agli allievi).

Visita il sito della scuola

Il liceo Zanella
Nel 1975 il Ginnasio Liceo fu trasferito nell’attuale sede all’interno della Cittadella degli studi destinata a diventare, nei progetti dell’Amministrazione comunale di Schio, il Campus delle Scuole superiori alla cui ideazione hanno contribuito importanti progettisti italiani ed europei.
Nel 1978 si era, intanto, arricchito di un Indirizzo Linguistico e successivamente, nel 1995, vi è stato l’accorpamento con l’ex Istituto Magistrale “Rompato”, attuale Liceo delle Scienze Sociali.
Nel 2004 il Liceo classico-linguistico è stato nuovamente separato dal Liceo delle Scienze Sociali.
Nello stesso anno è stato attivata la sezione Beni Culturali e Ambientali nel Liceo Classico, cui ha fatto seguito nel 2005 la creazione della sezione musicale nel Liceo Linguistico e, nel 2009, la sezione Classico-giuridico del Liceo Classico.

Visita il sito della scuola

Liceo delle scienze umane Martini
Il Liceo delle Scienze Umane è il nuovo percorso liceale che deriva dai precedenti istituti magistrali, dai licei socio-psico-pedagogici e sociali. Il naturale sbocco nel nuovo Liceo è pertanto sostenuto da una tradizione e da una ricerca didattica consolidata nel tempo, sempre attenta alle innovazioni e ai cambiamenti della realtà contemporanea, che i docenti dell’istituto sentono come esigenza prioritaria nella formazione degli studenti. Il Liceo delle scienze umane si caratterizza per lo studio della pedagogia, della psicologia, della antropologia, della sociologia, discipline che concorrono alla formazione della persona e dell’individuo come soggetto di reciprocità e di relazioni. I contenuti disciplinari permettono di acquisire le competenze necessarie per comprendere le dinamiche della realtà individuale e sociale, con particolare attenzione ai fenomeni educativi e ai processi formativi formali e non, ai servizi alla persona, al mondo del lavoro, ai fenomeni interculturali e ai contesti della convivenza e della costruzione della cittadinanza. Il percorso di studi garantisce allo studente la possibilità di acquisire gli strumenti e le metodologie relazionali e comunicative utili ad inserirsi nel mondo del lavoro e nella società in maniera consapevole e critica grazie anche alla solida preparazione linguistica data dall’apprendimento della lingua italiana, del latino e dell’inglese.

Visita il sito della scuola

L’Ipsia Garbin
L’ISTITUTO “G.B. Garbin” è costituito da tre sedi - due a Schio, una a Thiene, è frequentato da circa 1000 persone, tra studentesse e studenti.
L’I.P.S.I.A. “G.B. Garbin” prepara gli studenti in modo completo, come persone, cittadini, lavoratori:
- culturalmente, attraverso le materie umanistiche, linguistiche e scientifiche, le stesse delle altre scuole superiori
- professionalmente, attraverso le modalità tipiche degli Istituti Professionali: le materie di indirizzo, le esperienze nei laboratori, gli stage nelle aziende, i corsi con esperti del mondo del lavoro.
L’Istituto nasce nel 1970 a Schio, con la sede centrale, offrendo ai quasi duecento allievi una formazione corrispondente alle esigenze del settore meccanico, tipico della locale realtà produttiva.
Le qualifiche, solo triennali, sono quelle di tornitore e disegnatore meccanico, cui successivamente, nel 1975/76, si aggiunge quella di congegnatore meccanico. Verso gli anni ’80.
L’Istituto si arricchisce di nuove sedi, ad Arsiero prima, poi ancora a Schio, e a Thiene, e di nuove qualifiche: nascono il settore elettrico – elettromeccanico, aziendale e della moda; progressivamente al triennio iniziale si aggiunge un biennio postqualifica.
Gli anni Ottanta sono caratterizzati da fermento e da sperimentazioni innovative, in particolare nel settore aziendale.
E’ necessaria una preparazione più generale e più solida, che renda gli studenti capaci di affrontare il cambiamento. Mutano progressivamente non solo i nomi delle qualifiche, ma anche le materie, i programmi, la distribuzione delle ore.
Con il Progetto ’92, negli anni ’90, l’Istituto rafforza il suo tradizionale legame con il mondo del lavoro, attraverso gli stage e i corsi tenuti da esperti esterni; contemporaneamente progetta, grazie alla notevole autonomia di cui già gode, percorsi attenti sia ai bisogni della realtà sociale ed economica locale, nazionale ed europea, sia a quelli dei mille e più giovani che lo frequentano.

Visita il sito della scuola

L’ITCG Pasini
L’offerta formativa dell’Istituto è ripartita in due settori:
- settore Commerciale, che offre 2 indirizzi: indirizzo Amministrazione, Finanza e Marketing ed indirizzo Turismo.
L’indirizzo Amministrazione, Finanza e Marketing, dopo il primo biennio, offre, oltre al percorso principale, due specializzazioni:Sistemi Informativi Aziendali e Relazioni Internazionali per il Marketing
- settore Tecnologico, con indirizzo Costruzione, Ambiente e Territorio.

Al termine del percorso quinquennale di studi e dopo il superamento dell’Esame di Stato, gli studenti conseguono il diploma di istruzione tecnica.
Successivamente i diplomati potranno orientarsi per un rapido inserimento nel mondo del lavoro, per l’iscrizione all’università, per percorsi brevi di 800/1000 ore con l’obiettivo di conseguire una specializzazione tecnica superiore (IFTS), oppure per percorsi biennali col conseguimento di un diploma di tecnico superiore nelle aree tecnologiche più avanzate.
Nel 2004 viene creato il corso ERICA nel quale gli studenti coltivano in modo particolare le lingue, attuano soggiorni all’esterno, offrono scambi culturali con i coetanei di Paesi stranieri, si propongono come veicoli globali di informazione.
Nell’a.s. 2010/11 entra in vigore la riforma della scuola secondaria superiore. Nonostante il riordino dell’istruzione tecnica, l’Istituto riesce a mantenere le caratteristiche ed i contenuti che l’aveva caratterizzato.
Vengono creati l’indirizzo Amministrazione, Finanza e Marketing, con le articolazioni Sistema Informativi Aziendali e Relazioni Internazionali per il Marketing, l’indirizzo Turismo e l’indirizzo Costruzioni, Ambiente e Territorio.

Visita il sito della scuola

L’Itis De Pretto
Nell’anno 1966 l’Istituto, intitolato a “Silvio De Pretto”, si è trasferito nell’attuale edificio in via XXIX aprile 40 , dove trovano la loro ubicazione principale tutte le scuole secondarie statali di Schio.
Esso è facilmente raggiungibile con mezzi di trasporto privati e pubblici : infatti è situato su una direttrice stradale facilmente transitabile ed è dotato di ampi parcheggi scoperti per auto e coperti per biciclette e motocicli. Dista solo un centinaio di metri dall’Autostazione FTV e occorrono circa 15 minuti per raggiungere, a piedi, la stazione ferroviaria; recentemente è a disposizione un servizio di trasporto pubblico, a pagamento, che permette tale collegamento in un paio di minuti.

Negli istituti tecnici del settore tecnologico lo studio della scienza e della tecnologia ha una valenza culturale generale, che garantisce il proseguimento degli studi, ma fornisce anche specifiche competenze professionali correlate ai processi produttivi reali, collegati all’economia e al lavoro.
In quanto rispondono alle esigenze del mondo produttivo, tali competenze offrono anche immediate opportunità di occupazione.
Il profilo del settore tecnologico si caratterizza per la cultura tecnico-scientifica e tecnologica in ambiti ove interviene permanentemente l’innovazione dei processi, dei prodotti e dei servizi, delle metodologie di progettazione e di organizzazione.
Indirizzi
Elettronica ed Elettrotecnica
Meccanica, Meccatronica ed Energia
Chimica, Materiali e Biotecnologie

Visita il sito della scuola

http://www.salesianischio.it/

Centro formazione professionale Salesiani Don Bosco
Il centro formazione professionale Salesiani Don Bosco promuove:
la centralità della persona e la cura della sua crescita integrale;
l’equilibrio tra formazione culturale, tecnologica e operativa;
l’inserimento e accompagnamento al lavoro.

L’offerta formativa prevede dei percorsi triennali nei seguenti settori:
1. Settore Agro-Ambientale
2. Settore Servizi Vendita
3. Settore Elettrico-Elettronico

A partire dalle materie di base ogni percorso è caratterizzato da materie professionalizzanti.
L’operatore agricolo conosce ed applica le tecniche agronomiche in campo aperto e in ambiente protetto. Progetta, installa e cura la manutenzione delle aree verdi. Conosce i principi tecnico-produttivi, le norme e i regolamenti in vigore in materia di sicurezza, di protezione dell’ambiente e dei consumatori.
L’operatore servizi vendita interviene nella distribuzione commerciale all’ingrosso e al dettaglio con autonomia e responsabilità limitate al contesto operativo. Svolge attività di organizzazione del punto vendita, di cura del servizio di vendita e post-vendita con competenze nella realizzazione degli adempimenti amministrativi di base. Cura l’organizzazione degli ambienti e degli spazi espositivi e delle iniziative promozionali.
L’operatore elettrico è una figura professionale con un adeguato grado di polifunzionalità: effettua l’installazione e manutenzione di impianti elettrici civili e industriali di illuminazione, di segnalazione, di distribuzione dell’energia elettrica e dei segnali, di comunicazione via cavo e di quadri di distribuzione e di automazione e di generatori industriali.

Il progetto

Il progetto

Sette azioni, dieci partner, 19 enti e associazioni che lo sostengono, più di 173 mila euro di budget di cui 130 mila cofinanziati dalla Commissione Europea: sono i numeri del (...)

Form di iscrizione

Compila il form per iscriverti comodamente dal tuo computer, smartphone o tablet alle attività che preferisci. (...)


Progetto 2012/FEI/PROG.-102727 Diversamente: azioni interculturali per informazioni e contatti clicca qui
I contenuti del sito sono realizzati dalla Rete per le Politiche Giovanili dell'Altovicentino e sono soggetti a licenza Creative Commons CC BY-NC-SA 2.0 IT.
Sito realizzato da Claudio Calia per conto di Pasubio Tecnologia.