Vandali! All’assalto delle bellezze d’italia

Gian Antonio Stella assieme a Gualtiero Bertelli e La compagnia delle acque

Venerdì 7 febbraio, al Teatro Astra di Schio (VI), in scena Gian Antonio Stella assieme a Gualtiero Bertelli e La compagnia delle acque
SCHIO GRANDE TEATRO:
VANDALI! ALL’ASSALTO DELLE BELLEZZE D’ITALIA
Prima dello spettacolo il giornalista presenterà al pubblico il suo ultimo libro, alle 18,30 in Sala Calendoli (ridotto del Teatro Civico)

(Schio VI - 04.02.2014) – “Vandali! All’assalto delle bellezze d’Italia”, una serata denuncia sul patrimonio italiano abbandonato al suo destino, andrà in scena al Teatro Astra di Schio (VI), venerdì 7 febbraio alle 21.00. Uno spettacolo di parole e musica con Gian Antonio Stella in veste di narratore e Gualtiero Bertelli e i suoi musicisti a “raccontare” l’Italia con le loro musiche. Il punto di partenza è il libro omonimo scritto dalla formidabile coppia di giornalisti / saggisti italiani specializzati in libri-denuncia sugli orrori del Bel Paese: Gian Antonio Stella e Sergio Rizzo.
Dal libro al sito internet, dal Web al cd musicale, dal cd allo spettacolo teatrale: ormai da diversi anni alcuni dei libri e dei temi che sono più cari a Gian Antonio Stella sono diventati degli spettacoli teatrali portati in scena con diversi artisti, da Marco Paolini a Moni Ovadia, da Bebo Storti a Natalino Balasso ma soprattutto con la Compagnia delle Acque di Gualtiero Bertelli, uno dei più noti dei cantautori italiani e autore di canzoni come “Nina”. Lo spettacolo “Vandali!” è nato tra amici che nella vita quotidiana fanno i lavori più vari per presentare un libro in modo diverso ed è diventato una combinazione tra il monologo e la musica, le fotografie e i filmati e altre cose ancora.
Gian Antonio Stella dedica questo spettacolo alle bellezze del paesaggio, alle poche ancora intatte e alle molte ormai devastate. Un patrimonio, quello italiano, posto sotto attacco da un’onda inarrestabile di abusi edilizi. “Il paesaggio, i siti archeologici, i musei, i borghi medievali sono in pericolo. Sono pochi i siti rimasti intatti nella loro naturale bellezza, molti invece i luoghi vittima del degrado e dell’abbandono. Beni culturali che farebbero invidia a tutto il mondo sono abbandonati al loro destino, tra l’indifferenza generale e della classe politica” - dichiara il giornalista. - "Non abbiamo il petrolio, noi. Non abbiamo il gas, non abbiamo l’oro, non abbiamo i diamanti, non abbiamo le terre rare, non abbiamo le sconfinate distese di campi di grano del Canada o i pascoli della pampa argentina. Abbiamo una sola, grande, persino immeritata ricchezza: la bellezza dei nostri paesaggi, la bellezza dei nostri siti archeologici, la bellezza dei nostri borghi medievali, la bellezza delle nostre residenze patrizie, la bellezza dei nostri musei, la bellezza delle nostre città d’arte."
E allora al via una galleria di casi: dalla campagna veneta di Palladio e del Giorgione "intossicata, sconquassata, rosicchiata, castrata", come dice il poeta Andrea Zanzotto, da un caos di villette, ipermercati e capannoni, dai mosaici di Pompei che si sgretolano perché l’ultimo mosaicista è in pensione da un decennio alla tenuta agricola di Cavour tra le risaie vercellesi cannibalizzata dai teppisti. L’inestimabile villaggio preistorico di Nola affogato nell’acqua perché la pompa non funziona. La tracotanza di un abusivismo che, di condono in condono, è salito a 4 milioni e mezzo di alloggi nei quali vivono undici milioni di italiani…
Nel pomeriggio di venerdì 6 febbraio Gian Antonio Stella presenterà, in collaborazione con la libreria Ubik, il suo ultimo libro in Sala Calendoli (ridotto del Teatro Civico alle 18,30).
La biglietteria è aperta a Palazzo Fogazzaro dal martedì al venerdì 9.30-13.00 e anche nei pomeriggi di giovedì 6 e venerdì 7 febbraio anche dalle 16 alle 18.30. info@teatrocivicoschio.it, www.teatrocivicoschio.it nr verde 800 601171. VENDITA ON LINE: www.vivaticket.it.

Gian Antonio Stella voce narrante
Gualtiero Bertelli voce e fisarmonica
e con
Paolo Favorido - pianoforte
Domenico Santaniello - basso acustico, violoncello
Rachele Colombo - percussioni, chitarra, voce
e Maurizio Camardi - sassofoni, duduk

Testi di Gian Antonio Stella e Sergio Rizzo
Ricerca musicale e arrangiamenti creati collettivamente
Canzoni originali di Gualtiero Bertelli e Rachele Colombo

Spettacolo realizzato con il Patrocinio del FAI - Fondo Ambiente Italiano

Note biografiche
Gian Antonio Stella, 1953, è inviato ed editorialista del Corriere della Sera. E’ stato insignito di vari premi tra cui: Premio giornalistico Luigi Barzini, E’ giornalismo, Premio Ischia Internazionale di giornalismo, Premio Internazionale “Columnistas del Mundo” e il premio per la saggistica Saint Vincent. Da Rizzoli ha pubblicato L’orda (2002); Odissee (2004); Avanti popolo (2006); Negri, froci, giudei & co. L’eterna guerra contro l’altro (2009); con Sergio Rizzo i bestseller La Casta (2007) e La Deriva (2008). Tra le opere narrative, Il maestro magro (2005), La bambina, il pugile, il canguro (2007) e Carmine Pascià (2008).
Gualtiero Bertelli, 1944, musicista e scrittore, ha sviluppato negli anni la ricerca sulla canzone popolare veneziana. Nel 2002 fonda La Compagnia delle Acque; collabora, tra gli altri, con il vice direttore del Gazzettino di Venezia Edoardo Pittalis e con Gian Antonio Stella.


Informazioni per la stampa e accrediti:
Ufficio Stampa > FONDAZIONE TEATRO CIVICO SCHIO
Stefania Dal Cucco 333.6289968 – comunicazione@teatrocivicoschio.it

Contatti ufficio stampa - Fondazione Teatro Civico Schio
Stefania Dal Cucco
cell 333 6289968 - tel 0445 525577
id skype stefania_teatro
comunicazione@teatrocivicoschio.it
www.teatrocivicoschio.it

Altro in "Webmagazine":

Beni, vidi, vici

Laboratorio gratuito sui beni comuni

Parigi a modo mio: le joli novembre

Guardare la città da nuove prospettive

Verso il corso di cucina degli avanzi

Il maestro di gastronomia Piergiorgio Casara si racconta

Torna il “Festival Alto Vicentino"

Santorso, ritorna la rassegna cinematografica a tema libero

Esperienze Forti 2013: un bilancio

Conclusa la settima estate di volontariato per i giovani dell’altovicentino

Valori lavori

Il nuovo progetto dell’Informagiovani per il futuro lavorativo dei giovani

Gli Oblivion per Diversamente

Ospiti al Teatro Civico di Schio, hanno lanciato il proprio messaggio ai giovani dell’altovicentino

Indagine sociale al via

Che ricadute ha il progetto Diversamente? Lo studia l’università di Padova

Online il webmagazine

Chiunque può essere redattore

Reazione a catena

Un progetto di partecipazione giovanile, appuntamento il 16 gennaio

> Vai a "Webmagazine"

Il progetto

Il progetto

Sette azioni, dieci partner, 19 enti e associazioni che lo sostengono, più di 173 mila euro di budget di cui 130 mila cofinanziati dalla Commissione Europea: sono i numeri del (...)

Form di iscrizione

Compila il form per iscriverti comodamente dal tuo computer, smartphone o tablet alle attività che preferisci. (...)


Progetto 2012/FEI/PROG.-102727 Diversamente: azioni interculturali per informazioni e contatti clicca qui
I contenuti del sito sono realizzati dalla Rete per le Politiche Giovanili dell'Altovicentino e sono soggetti a licenza Creative Commons CC BY-NC-SA 2.0 IT.
Sito realizzato da Claudio Calia per conto di Pasubio Tecnologia.